Che chat!

Proseguo con la serie del “Che … “, ma gli astri continuano a burlarsi di me. Ieri sera dopo qualche anno che non utilizzavo la chat di facebook, chissà per quale scherzo del destino, macchè destino,  forse per il mio buon cuore o per la stronzetta che è in me, mi sono ritrovata coinvolta in una chat che è andata dallo sconcertante, all’allucinante con tratti sparsi di esilarante.

La storia in realtà è cominciata due sere fa. Un tipo mi ha attirata nella chat di Fb, ed io ci sono cascata con tutte le scarpe, utilizzando una frase che avevo condiviso in un gruppo in cui mi ha invitata una mia amica. Abbiamo scambiato poche parole, ma quando il tipo mi ha salutata con un “Buona notte farfallina svolazzante” ho pensato  “Questo è fuori” e mi sono data dell’imbecille per aver risposto. Anche perché, già nel gruppo, leggendo i post che pubblicava avevo avuto l’impressione che qualcosa non andasse, sicuramente la mia prima sensazione era stata che il soggetto fosse molto autocentrato.

Poichè all’imbecillità non c’è mai fine ieri sera ci sono cascata di nuovo e sempre con lo stesso tipo, veramente ci sono voluta cascare, dovevo capire fino a che punto può arrivare l’idiozia.

Mentre chiacchieravo su whatsapp con una mia amica, quella dell’invito nel gruppo, mi appare la notifica di messenger in cui lui mi chiedeva se c’ero. “Assolutamente no” ho pensato e ho continuato a farmi i fatti miei, anzi ho anche messo in guardia la mia amica sul tipo in questione. Dopo un po’ un’altra notifica, al che penso  “Vabbè gli rispondo e lo liquido velocemente”. Non l’avessi mai fatto! È iniziata la chat più assurda della mia vita. Più di una volta mi  sono ritrovata a non sapere cosa rispondergli. Cercavo di copiare quello che mi scriveva per far ridere la mia amica, ma in quella maledetta chat di facebook quando selezioni appaiono le emoticon immediate da inviare, una volta, non volendo, mi è partito un cuore “nooo aiuto ora non me lo spiccico più di dosso”, una volta il pollice verso mi ha  subito chiesto spiegazioni sul perché non condividessi il suo pensiero “No scusa è stato solo un errore, o quasi!” quando mi è partita la faccina che s’ammazza dal ridere “Ti sono antipatico?” “Ehm nooo, ma scherzi tu antipatico come un sasso in una scarpa? Ma nooo!”. Ogni tanto tra una farneticazione e l’altra lo fermavo con una scusa, durante la chat mi hanno telefonato tutti e tre i miei figli, Quarantenastyle, mia sorella e mia mamma, quest’ultima direttamente dall’aldilà “Ma ricevi sempre così tante telefonate?” “Eh si scusami, ma il mio telefono è un centralino”, mi sono alzata a bere almeno 5 volte, sperando che rinunciasse, ma non riuscivo ad essere io la cattiva che diceva “basta non ne posso più!” ad uno che cercava di aprire un varco impossibile a suon di versi.

“Quando l’uccellino si posa sulla farfallina non ti piace? Vuoi un rude condottiero o un poeta che ti apre nuovi varchi. Il poeta è lungimirante e fa luce nelle segrete stanze”

e poi dovevo far ridere la mia amica, la mia mission, quindi l’ho lasciato poetare, solo ogni tanto aprivo la chat e rispondevo con un monosillabo.

Ma ad un certo punto la chat ha preso una piega decisamente osè e per poco mi faccio la pipì addosso dal ridere, in realtà anche per tutta l’acqua bevuta nel frattempo.

” Allora bisogna soltanto vedersi per vedere se ci saranno dolci primavere. Dove al solo sguardo, tutto sgorga in maniera ineluttabile. E al solo sguardo tutto zampilla quando scocca la scintilla.”

Tutto questo sgorgare e zampillare al primo sguardo, m’ha fatto pensare ad uno che  soffre di eiaculazione precoce, ma magari mi sbaglio e sono solo poco poetica.

“Ma che minchia ti è preso che vai scrivendo?” questa la mia amica, sicula,  quando le ho incollato la chat sopra, appena zampillata.

“Prendila con ironia in fin dei conti è solo poesia.” Il tipo alle mie faccine perplesse

Ad un certo punto ho anche pensato di chattare direttamente con un “bifidus attivo”,  uno di quei milioni che facevano tanto bene all’intestino della Marcuzzi

“Se la farfallina ha voglia di volare, volermo insieme, fa bene anche per la flora intestinale. Diventeremo batteriologicamente puri, che ne dici mi contraddici?

“Io contraddire te? Sia mai!”

“Io sfarfallo te tu sorseggi me, poi ci sorseggeremo insieme, non è arte è natura!” Scrive il tipo

“Eccerto  non è  arte, ma nemmeno natura e tantomeno poesia  è che mi sembri proprio sfarfallato!”

“A mali estremi, estremi rimedi”

Prima di accettare l’invito avrei dovuto controllare la finalità del gruppo che, oltretutto, con il nome del gruppo non c’azzecca proprio nulla.

“A volte occorre conoscersi  proprio per non incontrarsi”  (Libera-mente)

Per chiudere il cerchio dello sfarfallamento vi dedico anche una canzone …

Ovviamente il primo che nei commenti scriverà farfallina sarà bannato l’articolo è già farfalloso di suo 😁

L’immagine in evidenza “Farfalla” di Andy Warhol