Modern Love

Una serie TV, su Amazon Prime Video, tenera, ma non sdolcinata, leggera e profonda allo stesso tempo e scorrevole nella visione. Ieri, complice la giornata di pioggia, ho terminato di guardarla e mi è piaciuta, un voto più che positivo.

Non c’è una trama che si dipana di puntata in puntata, ma sono 8 episodi che, nel giro di mezz’ora, si sviluppano e si concludono. È una serie antologica che vede tra gli attori nomi importanti: Anne Hathaway (Il diavolo veste Prada) Catherine Keener (Essere John Malkovich), Dev Patel (The millionaire), Jhon Slattery ( in Mad Man, altra bellissima serie) ed altri, fa un’ apparizione nei panni di un clochard anche Ed Sheran.

Ogni episodio apre una finestra su una storia d’amore. Sono storie quasi banali, della quotidianità, raccontano situazioni che, in teoria, dovrebbero essere reali perchè la serie prende spunto dall’ omonima rubrica del New York Times , che ospita storie inviate da lettori anonimi. Da noi sarebbe la “Posta del cuore” che non credo trovi spazio nei nostri quotidiani, mentre in America va per la maggiore, ne è nato un podcast ed anche un libro che raccoglie le storie più significative, tra tutte potresti trovare quella che è la tua storia ed è ciò che, probabilmente, l’ha resa accattivante al pubblico.

Negli episodi è raccontato l’amore in tutte le sue sfumature: romantico, familiare, omossessuale, platonico, amichevole, perduto, amore in tarda età e altro.

La narrazione mette in evidenza prevalentemente il lato intimo dei protagonisti, i loro sentimenti, senza renderli grotteschi o altro, ma solo molto umani e ciò dona
un taglio realistico e significativo agli episodi. Anche l’ambientazione non è da meno nel concorrere al renderla quasi reale. In alcuni momenti ho avuto la sensazione di guardare un film di Woody Hallen, un pò per come sono caratterizzati i personaggi e un pò per la città di New York che fa da sfondo: gli appartamenti tipici, i palazzi con il portiere, le strade e anche un po di jazz che fa da sottofondo. Bellissime, infatti, le canzoni e la musica colonna sonora della serie.

Una serie da guardare in un momento di relax, senza il pericolo di angosce o ansie perchè è tutto molto pacato, lasciandosi trasportare di episodio in episodio alla scoperta di come l’amore può influenzare le relazioni.

Trailer

A.A.A. cercasi …. per “Assalto alla zecca”

“La più inutile delle giornate è quella in cui non si è riso” Nicholas de Chamfort

di solito un antiparassitario potrebbe bastare, ma per la zecca in questione assolutamente no!

Per organizzare e dirigere questo assalto occorrono preparazione, ingegno, inventiva, spiccate doti gestionali, nonchè sangue freddo, lucidità mentale, barbetta, occhiali e il titolo di Professore (la disciplina in cui professa non ha importanza, in realtà non è poi così importante professare)

Ebbene si siamo alla ricerca del Professore, la mente che dovrà guidarci e dirigerci nell’impresa occupandosi in primis dell’organizzazione in “secundis” di completare il reclutamento della squadra, due componenti esistono già, trattasi di Liberamente e QuarantenaStyle.

Non appena reclutato il Professore che, oltre a tutte le caratteristiche sopra elencate, non dovrà mancare di spirito goliardico, è richiesto post di reclutamento sul suo blog, seguirà articolo su questo blog con tutte le direttive per procedere all’assalto.

Blogger che volete unirvi fatelo nei commenti … vorrei taggare alcuni di voi, ma non ho ancora capito come fare.

#quandolacasadicartadiventalatuacasa