“Al professore può cadere l’occhio”

direi che fa coppia con “alla fine le donne se le cercano” frase uscita dalla bocca di un professore di mio figlio, l’ultimo anno di liceo, dopo un fatto di cronoca cruento. Lo sconcerto di mio figlio fu tale che, da quel giorno in poi, la sua stima verso il professore, tanto amico della classe, andò in caduta libera. Ricordo che si discusse molto se chiedere provvedimenti o altro nei confronti del prof. , ma ritenemmo che il soggetto non meritava nemmeno che fosse attirata attenzione su di lui. La classe prese le distanze e l’idillio finì. So, con certezza, che il professore sta ancora leccandosi le ferite, ma è ciò che può capitare quando il ruolo di professore diventa marginale e prevale quello di amico. I ruoli che si hanno, non vanno mai sottovalutati.

Il decoro nell’abbigliamento è un qualcosa in cui credo. Ogni contesto necessita dell’abito giusto, ma non perchè al professore cade l’occhio, se gli cade è un problema suo, non certo delle studentesse, ma è per se stessi, per una forma di pudore che si sta sempre più perdendo, ma che, secondo me, ci rende tutti molto più interessanti.

Il peccato capitale non è essere vestita male, ma indossare la cosa giusta nel posto sbagliato
(Edit Head)

3 pensieri riguardo ““Al professore può cadere l’occhio””

  1. Sono assolutamente d’accordo con te sul discorso del decoro nell’abbigliamento. La frase “alla fine le donne se la cercano”, è decisamente infelice, ma ha un fondo di verità secondo me. Sono stata educata e ho educato mia figlia a star molto attenta ai messaggi che si mandano, non solo con il comportamento ma anche con l’abbigliamento. Noi donne sappiamo bene che differenza può fare un bottone della camicetta slacciato, o una gonna più corta di 5 centimetri, e spesso lusinga la nostra femminilità metterci in mostra. Ma si deve sempre stare attente a chi recepisce il messaggio e a quale messaggio può recepire. Perciò, se al professore può cadere l’occhio, cerchiamo di evitare di dargliene motivo. Io la penso così, anche perché certi indumenti mal si conciliano con l’ambiente scolastico. E se poi l’occhio, anziché al professore, cade al maniaco dietro l’angolo, il problema può diventare molto, molto serio.

    Piace a 1 persona

    1. Concordo con te su tutto, la stessa educazione che hai ricevuto te l’ho ricevuta io, ho solo figli maschi a cui ho cercato di trasmettere il rispetto verso le donne e verso tutti. È vero noi donne sappiamo perfettamente quali possono essere le conseguenze del nostro modo di vestire o anche solo di atteggiarsi, ma questo per nessun motivo può giustificare la violenza di chi non sa controllare i suoi istinti e, spesso comportamenti violenti le donne non se li vanno a cercare, a qualcuno non serve il bottone slacciato in più o in meno, gli basta solo che sia donna.
      Sicuramente non è la scuola un ambiente dove esibire una minigonna e non sarebbe male se, come cominciano a fare in molti ambienti lavorativi, anche le scuole avessero un dress code.

      Piace a 1 persona

      1. Chiaramente non intendevo assolutamente giustificare nessuna forma di violenza e neppure di molestia. E’ sottinteso che queste sono da ritenersi responsabilità personali di chi le compie, sempre e comunque, senza attenuanti di nessun genere.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...