Tana libera tutti …

Finalmente è tana libera tutti!

“I dati della curva epidemiologica ci confermano che il sistema di controllo del contagio sta funzionando. A circa un mese dal 4 maggio, quando vennero decretate le prime riaperture, i numeri sono incoraggianti”

Ci meritiamo il sorriso e l’allegria dopo mesi di sacrifici”

Possiamo girare l’Italia da nord a sud, isole comprese, possiamo tornare a prendere treni, tram, autobus, aerei. Si può andare in spiaggia, previa prenotazione presso lo stabilimento. Per quelle libere non sono contemplate spiagge pollaio, ma almeno 10 metri quadrati ad ombrellone che non è, nemmeno, un’idea malvagia. Ho sempre mal sopportato stare troppo appiccicata agli altri, motivo per cui frequento la spiaggia ad orari piuttosto improbabili e senza ombrellone perché, più della spiaggia, mi interessa l’acqua. Chi misurerà i 10 metri quadrati o la distanza di un metro e mezzo tra sdraie o lettini? Si dovrà andare muniti di metro? Vabbuò oggi nei cellulari abbiamo di tutto installeremo, oltre ad “Immuni” anche il “metro” “Ehi tu? … più in la … ancora un pò … su mancano ancora un paio di cm”

Possiamo andare al ristorante, al bar, in pizzeria, tornare nei musei, secondo precise linee guida, e, dal 14 giugno, dovrebbero riaprire anche teatri, cinema ecc. ma, in tutto questo ambaradan di riaperture, non abbracciatevi o baciatevi e mantenete la distanza sociale a meno che non siate congiuntissimi, perché non si può. Propongo all’uopo un minuto di silenzio per gli amanti che dovranno continuare a nascondersi a oltranza o a tenersi a distanza.

Tutto riapre ma, anche se c’è chi si affanna a sostenere il contrario, il virus c’è ancora, io lo penso, ma il primo ministro

“Ci meritiamo il sorriso e l’allegria dopo mesi di sacrifici. Ma il virus non è scomparso

lo conferma. Inoltre, nei primi due minuti del suo discorso, ha detto anche un’altra cosa importante

“Non ci sono situazioni critiche né di sovraccarico delle strutture ospedaliere su tutto il territorio nazionale”

e ciò, fatto il paio con la questione che negli ospedali vige ancora lo stato di emergenza, mi ha dato da pensare … liberi tutti tanto gli ospedali ormai son quasi tornati alla normalità possiamo riempirli di nuovo, magari mi sbaglio, anzi spero tanto di sbagliarmi, ma intanto non baciatemi, non toccatemi, non abbracciatemi posso resistere ancora un bel pò con me stessa, senza mare, senza musei, senza prendere tram, aerei, treni e metropolitane, passeggiando in solitaria e spostandomi con la mia auto se necessario, per il ristorante sto sperimentando alla grande la consegna al domicilio (il mio piccolo contributo per far girare l’economia).

Suvvia … liberi tutti!!! … ma senza abbandonare la prudenza!

“La prudenza ha un solo occhio, il senno di poi ne ha tanti” (Goethe)

3 pensieri riguardo “Tana libera tutti …”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...