La Quarantena cicciosa

Hai presente quando hai quella strana sensazione allo stomaco, come un leggero languorino che manco Ambrogio riesce a soddisfare?

È una sorta di via di mezzo tra “voglia di pizza e voglia di ciambella al cioccolato”. Il giusto compromesso potrebbe essere una pizza alla nutella ma io non mi piego ai compromessi e decido di cucinare entrambe.

Che le danze abbiano inizio .

Lievito e farina di certo non mancano perché ho fatto razzia nei supermercati quando ancora Conte ci consentiva di partire da Milano alla volta di Canicattì , ma le uova sono terminate . Il pusher di paese non le fornisce più , la richiesta è troppo alta e le galline si rifiutano di deporre oltre il normale orario di lavoro, anche perché il loro codice Ateco non è contemplato dal nuovo DPCM.

Anche il latte è terminato e… no, mi rifiuto categoricamente di cucinare una ciambella vegana . Sarà anche buona, non lo metto in dubbio, ma già ci stiamo privando della libertà, facciamo che almeno la ciambella sia cicciosa , altrimenti nisba.

E nisba sia!

Abbandonato il progetto ciambella parte la fase due : il progetto pizza cicciosa.

La scelta degli ingredienti per condire una pizza cicciosa richiede una laurea in chimica e un master in scienze della pizza , ma io me ne frego e dopo aver visto tutte le puntate di breaking bad decido di mettere in campo l’artiglieria pesante . Peperoni , gorgonzola, tonno … ma ecco che dal fondo del frigorifero fanno capolino würstel e salame piccante: vorremmo mica abbandonarli li, soli soletti ! La mozzarella ovviamente non può mancare e neppure le patatine che coi würstel si sposano che è un piacere.

Manca però un tocco personale , qualcosa che la renda unica… quasi quasi ci metto UNA PERA ! (la sapete vero quella del contadino del formaggio e delle pere ?).

Perfetto la teglia è pronta, ora via, tutto in forno e mentre la cicciosa cuoce io mi preparo un bel drink: acqua limone e bicarbonato .

Prosit .

“Anche le situazioni peggiori migliorano con una buona pizza.” (Ryan Reynolds)

6 pensieri riguardo “La Quarantena cicciosa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...