La QUARANTENA negli anni ‘80

Cosa avremmo fatto se la Pandemia si fosse sviluppata negli anni ottanta ?

Da un punto di vista informatico poco o nulla: i computer erano agli albori e in pochi li possedevano, i sistemi operativi non avevano nulla a che vedere con quelli odierni, ma noi non avevamo idea di quanto l’informatica avrebbe influenzato le nostre vite e col nostro bel joystick tra le mani ci sembrava di raggiungere la luna a cavallo di giochini salvati su “modernissime” musicassette. I più zelanti avrebbero trascorso intere giornate “caricando” manualmente i programmi pubblicati su riviste specializzate e trascrivendo, riga dopo riga, i comandi in basic :

10 let a=100

20 let b=300

30 let c=a+b

40 if c=400 then goto 10 (…e buon divertimento !)

50 if c>500 then “che ca@@o te ne frega, tanto fa 400”

Avremmo comunicato attraverso una cornetta, ma i più audaci avrebbero utilizzato il fax per inviare foto scattate con la Polaroid. Sicuramente si sarebbero limitati al viso, negli anni ‘80 gli unici uccelli fotografati (e divulgati) avevano le ali, Playboy et similia a parte.

I leoni da tastiera avrebbero avuto a disposizione delle fantastiche Olivetti, erano gli anni in cui i copincolla avvenivano con carta carbone e gli errori si correggevano col bianchetto. I capolavori sarebbero stati pubblicati mesi dopo sui giornali nazionali, le richieste delle ragazzine su Cioè e le ciofeche avrebbero riempito i cestini delle Redazioni .

Le audiochiamate sarebbero avvenute tramite baracchino CB, indimenticabile conference-call degli anni di piombo, dove il nickname era un marchio di fabbrica e non richiedeva alcun login . Le chat , scritte a mano o stenografate sulle cartoline , viaggiavano tramite posta ordinaria, per i messaggi più urgenti ci si affidava ai piccioni viaggiatori.

Restare a casa sarebbe stato meno traumatico, soprattutto nei weekend dove già si circolava a targhe alterne.

Gli alunni avrebbero perso l’anno scolastico a meno che il Governo avesse ritenuto istruzione la visione del Mondo di Quark di Piero Angela.

La spesa non sarebbe stato un problema, i centri commerciali erano pochi e la gente era abituata al negozietto di quartiere che vendeva di tutto, dalla carta igienica al prosciutto cotto passando ovviamente per lievito e farina.

E le uova ? rigorosamente prodotte da galline allevate a terra, venivano spacciate dal pusher di quartiere che, per poche lire, riforniva tutto il vicinato .

Sicuramente il lockdown sarebbe stato un problema ma la gente avrebbe preso il tutto con maggior filosofia o… rassegnazione.

“La solitudine è tale solo se ce l’hai nel cuore, altrimenti è pace, è serenità“ (Raffaella D.)

#lontanimauniti

6 pensieri riguardo “La QUARANTENA negli anni ‘80”

  1. Un bel remember … ho ripensato al mio commodor64 che sarebbe stato compagno di quarantena, ai giochi pazzi che facevo con la mia sorellina che avrebbero riempito molte ore, alla mia “libreria dei ragazzi” che avrei letto e riletto e al mio scambio epistolare con mia cugina lontana fatto di lettere a fumetti disegnati a mano che raccontavano le nostre storie … un po come tenere un diario, ma epistolare

    "Mi piace"

    1. La tua è una bellissima visione dell’epoca e ci sarebbe da fare un lunghissimo post, che inizia dai giochi nelle stradine, per proseguire via via al taglio delle immagini di prodotti alimentari dalle riviste , da utilizzare come merce da vendere nei negozi sapientemente ricostruiti sui tavoli delle cucine, senza dimenticarsi delle ore destinate alle corse nei campi con gli aquiloni, per poi passare in epoche più moderne ai vari ZX della Sinclair ed al Commodore 64. Bellissimi tempi , qui la lacrimuccia scappa …

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...